SEO locale:

Probabilmente avete sentito parlare molto del SEO locale come uno degli aspetti più importanti del marketing digitale.

Tuttavia, pensiamo che sia giusto, prima di fare un cenno con la testa e di concordare con l’opinione pubblica, avere un’idea concisa di cosa sia esattamente il SEO locale, della sua rilevanza nel mondo di oggi e del suo impatto sulle imprese.

Questo articolo presenta queste informazioni in dettaglio in modo che possiate avere un’idea chiara del perché l’ottimizzazione locale sui motori di ricerca sia così dominante nel marketing online e di come possa aiutarvi a far crescere il vostro business.

Cos’è l’ottimizzazione locale per i motori di ricerca?

L’ottimizzazione locale dei motori di ricerca viene utilizzata per promuovere la visibilità della vostra azienda nelle ricerche basate sulla localizzazione. Si tratta di una semplice variante dell’ottimizzazione tradizionale dei motori di ricerca, che mira a garantire che la vostra azienda sia trovata online da chi la cerca in quella località.

Tra queste vi sono le ricerche con determinate qualificazioni geografiche, come città, stato, codice postale, ecc. e le ricerche “near me”, in cui Google tiene conto della posizione geografica di una persona e fornisce i risultati di ricerca di quell’area.

Perché è importante?

Il SEO locale è estremamente importante, soprattutto se si ha un’azienda che possiede un negozio di mattoni e malta o fornisce un servizio in una certa località.

Secondo uno studio di Forbes, il 95% degli utenti di smartphone ha utilizzato il proprio dispositivo per effettuare ricerche locali, di cui il 61% ha chiamato l’azienda e il 59% l’ha visitata.

Guide sur le référencement local

E SearchEngineWatch ha scoperto che il 70% degli utenti di cellulari ha cliccato per chiamare un’azienda direttamente dai risultati di ricerca di Google utilizzando il proprio cellulare.

Queste cifre vi dicono che i lead di ricerca basati sulla localizzazione sono un canale importante per i potenziali clienti, e questi numeri non potranno che crescere. Poiché questi indizi provengono da persone che sono alla ricerca specifica di prodotti o servizi offerti dalla vostra azienda, è lecito supporre che si tratti di indizi qualificati che avranno sicuramente anche un tasso di conversione più elevato.

Le basi della referenziazione locale

Ora che abbiamo esaminato cosa è il SEO locale e perché è importante, vediamo cosa potete fare per migliorare il SEO locale della vostra azienda.

La prima cosa da capire qui è che si tratta di SEO per le ricerche basate sulla localizzazione. Ciò significa che un indirizzo fisico o un luogo è un prerequisito affinché un’azienda appaia nei risultati di ricerca locali. Se il vostro indirizzo aziendale non viene aggiornato in Google My Business e in altri elenchi online, non apparirà quando un cliente cerca “vicino a me” o “per conto della località”.

Successivamente, dovete assicurarvi che il NAP (nome, indirizzo e numero di telefono) della vostra azienda sia coerente in tutte le directory online in cui vi siete registrati. In caso di discrepanze, Google probabilmente eviterà di inserire la vostra azienda nel trio locale. Potete anche scegliere di utilizzare uno strumento come Synup che gestisce per voi tutti i vostri annunci online, in modo da non dover aggiornare manualmente ogni directory.

Un altro modo per migliorare la quotazione locale della vostra azienda è quello di utilizzare i preventivi. Una citazione è un sito web di terzi che menziona la vostra attività come punto di riferimento. Può essere il nome della vostra azienda, la sede o le informazioni di contatto. Non è necessario creare un link al sito web della vostra azienda.

Un esempio di citazione potrebbe essere un blog gastronomico che si riferisce al vostro ristorante come un buon posto per cenare nella vostra comunità. Questo farà sapere a Google che la vostra attività è affidabile e aumenterà le vostre possibilità di essere nel trio locale.

Qual è l’impatto del SEO locale sulla vostra attività?

Se sei un piccolo imprenditore, ottimizzare il SEO locale della tua azienda può essere estremamente gratificante. Vediamo alcuni dei vantaggi dell’ottimizzazione locale dei motori di ricerca:

  • Il SEO locale aiuta i potenziali clienti a scoprire la vostra attività. Molte ricerche locali provengono da persone non locali che sono alla ricerca di un’attività come la vostra, e se il SEO locale è fatto bene, la vostra attività può attrarre questo pubblico.
  • Il SEO locale fornisce ai potenziali clienti le informazioni che desiderano, quando lo desiderano. Ad esempio, se il vostro ristorante ha una connessione WiFi gratuita o è adatto agli animali domestici, la visualizzazione di queste informazioni come parte dell’elenco locale attirerà i clienti che cercano proprio questo tipo di informazioni.
  • Anche se la vostra azienda non ha un sito web, il SEO locale permette alla vostra azienda di distinguersi nelle ricerche locali e di generare più traffico attraverso i lead online.
  • Come accennato in precedenza, il 61% delle persone che hanno condotto una ricerca locale ha finito per chiamare l’azienda. L’ottimizzazione della ricerca locale dà ai potenziali clienti il potere di fare questo passo, dando alla vostra azienda un vantaggio qualificato che potete convertire.
  • L’ottimizzazione della ricerca locale aiuta a guidare le decisioni delle persone a favore della vostra azienda. Più dati hanno sulla vostra attività, più siete affidabili ai loro occhi. Ciò fornisce una solida base su cui costruire un rapporto di reciproco vantaggio con i clienti.

1. Ricerca per parola chiave

Diciamo che gestisci una caffetteria locale – si chiama Déjà Brew.

Ovviamente, vorresti fare ricerche lì come…

“caffetteria vicino a casa mia”.
“Déjà Brew”.
“A che ora chiude Déjà Brew?
“Quanto tempo ci vuole per arrivare a piedi a Déjà Brew?
“Il numero di telefono di Déjà Brew”;
“A che ora chiude Déjà Brew?”; “Numero di telefono Déjà Brew”; “Numero di telefono Déjà Brew”; “A che ora chiude Déjà Brew?
(Sì, ho incluso “a che ora chiude Déjà Brew?” due volte come una piccola battuta. Mi diverto facilmente…)

Ma queste non sono domande tradizionali, perché Google visualizza queste informazioni nelle SERP come risultati simili a quelli di una mappa.

1.1 Brainstorming sulle vostre SiL (“Service in Locations”)

La ricerca di parole chiave locali non è una scienza all’avanguardia.

Per la maggior parte delle aziende, le principali parole chiave a cui mirare saranno abbastanza ovvie.

Diciamo che sei un idraulico a Sheffield. Come pensate che le persone cercheranno i vostri servizi?

Probabilmente andranno su Google e digiteranno qualcosa del tipo:

“idraulico a Sheffield”.
“idraulico d’emergenza a Sheffield”;
“pulizia degli scarichi bloccati a Sheffield”.

Avete individuato il formato? È un servizio in loco (SiL).

È facile da fare. Basta fare un elenco di tutti i servizi che offrite e delle località che servite… e poi unirli insieme per creare un insieme di potenziali parole chiave.

1.2 Ricerca di idee per parole chiave su Craigslist

Le Craigslist possono essere una miniera d’oro per le idee di parole chiave locali. Basta andare nella sezione “Servizi”, selezionare la propria posizione e inserire una parola chiave.

Cerchiamo “idraulico” a New York.

Guide sur le référencement local

Subito, spiccano un sacco di parole chiave…

“servizi idraulici affidabili”.
“servizi idraulici a prezzi accessibili”;
“Pulizia delle fogne”.
“idraulico esperto”.

1.3 Google Autocomplete

Quindi utilizzare Google Autocomplete per generare ulteriori suggerimenti di ricerca.

È facile da fare. Basta inserire il termine di ricerca principale in Google e valutare i suggerimenti di ricerca.

Facciamolo per “Coffeeshop Sheffield”.

cofee shop sheffield search suggestions

Ecco alcuni suggerimenti interessanti – non ho pensato al “centro città” e alla “stazione ferroviaria” quando ho fatto il primo brainstorming sul posto.

Scrivi tutti quelli che ritieni rilevanti.

È quindi possibile risciacquarlo e ripeterlo per altre località o altre varianti di parole chiave.

Se sei un utente Ahrefs, puoi evitare tutto questo processo utilizzando il rapporto di suggerimento di ricerca nell’esploratore di parole chiave. Contiene suggerimenti per l’inserimento automatico dei termini inseriti.

ahrefs search suggestions report

In questo modo si risparmia molto tempo, poiché non è necessario farlo manualmente tramite Google.

1.4 Vedi per quali parole chiave i tuoi concorrenti si classificano

Google è molto bravo a capire l’intento di ricerca, motivo per cui il sito si è classificato in media al primo posto nella top 10 per quasi 1.000 altre parole chiave rilevanti (secondo il nostro studio).

Per esempio, quando guardo il rapporto organico delle parole chiave in Site Explorer per un sito web di idraulici locali a Sheffield, vedo che sono nella top 10 per una serie di termini correlati.

organic keywords site explorer

Una revisione di queste parole chiave per i vostri concorrenti rivelerà altre domande di ricerca pertinenti e correlate.

Ma questo è solo un concorrente. Quindi ecco un altro trucco…

Utilizzate lo strumento di diffusione dei contenuti Ahrefs per vedere le parole chiave comuni a più concorrenti contemporaneamente.

Basta aggiungere un certo numero di concorrenti, lasciare la casella “almeno uno degli obiettivi deve essere tra i primi 10” spuntata e cliccare su “Mostra parole chiave”. Dovresti vedere una cosa del genere:

content gap keywords ahrefs Buone idee!

2. Google My Business, Bing Places e Apple Maps Listings

Rivendicare e ottimizzare il vostro annuncio su Google My Business è probabilmente la parte più importante del SEO locale, sebbene anche gli annunci su Bing Places e Apple Maps siano importanti.

Non è troppo difficile impostarli, basta seguire le istruzioni fornite da Google/Bing/Apple.

Ma con la GMB, in particolare, ci sono alcune cose che tendono a far inciampare gli imprenditori.

Ecco perché ho incluso una presentazione completa qui sotto.

2.1 Google My Business

Google My Business è uno strumento gratuito e facile da usare che permette alle aziende e alle organizzazioni di gestire la loro presenza online su Google, comprese le ricerche e le mappe. (Fonte)

Secondo Moz, il GMB è uno dei fattori più importanti della classifica locale, sia per il pacchetto di snack che per i risultati biologici.

Per impostarlo, vai qui e segui questi passi.

Passo 1. Inserisci il nome della tua azienda
Google vi chiederà prima il nome della vostra azienda.

Avete due possibilità:

Avviare una nuova attività
La domanda e il business esistente
Inizia a digitare e Google cercherà la tua attività nel suo sistema.

starbucks.gmb

Lo vedrai se ce l’hanno. In caso contrario, cliccate sull’opzione “crea un’azienda con questo nome”.

RACCOMANDAZIONE
Non cercare di mettere parole chiave qui dentro. Inserire il nome della propria azienda, e solo il nome della propria azienda.

Ad esempio, se gestite un coffee shop a New York chiamato Déjà Brew, allora inserite Déjà Brew come nome della vostra azienda. NON inserire qualcosa come Déjà Brew New York Coffee Shop – questo è in contrasto con le linee guida di Google My Business.

Fase 2. Inserisci il tuo indirizzo
Poi Google vi chiederà il vostro indirizzo.

Se si rivendica un’attività che Google ha già nel suo sistema, sarà precompilata. Altrimenti dovrete inserire il vostro indirizzo.

posizione gmb

Se avete un negozio di mattoni e malta con una vetrina, è facile inserire l’indirizzo del vostro negozio.

Ma potreste non sapere cosa entrare qui, se:

Lavori da casa.
Avete uno o più partner commerciali, ed entrambi lavorano da casa (indirizzi multipli).
La vostra azienda è mobile (ad esempio, un camion di rifornimento).
Avete uno o più uffici.
Avete un ufficio virtuale, ma non un luogo fisico reale.
Servite i clienti in un luogo fisico E a distanza (ad es. servizio di take-out).
Ecco il mio consiglio:

Se avete un vero ufficio fisico, utilizzate questo indirizzo.
Se voi (e uno o più partner commerciali) lavorate da casa, fornite l’indirizzo di casa della persona più vicina alla zona principale che serve la vostra azienda.
Se avete solo un ufficio virtuale, non utilizzate questo indirizzo – a meno che l’ufficio non sia “occupato durante l’orario di lavoro”. Farlo è contro le linee guida della GMB. Usa invece il tuo indirizzo di casa.
Ricordate che la coerenza è essenziale in questo settore. Vi suggerisco quindi di copiare e incollare le informazioni dal foglio di calcolo che avete creato in precedenza per assicurarvi che siano corrette e coerenti con le informazioni presenti sul vostro sito web (e con qualsiasi altro annuncio commerciale che possiate avere).

Rivendicare un elenco esistente? Verificate le informazioni che Google ha in possesso di Google rispetto alle informazioni contenute nel vostro foglio di calcolo. Aggiornalo se necessario.

Vedrete anche una casella di spunta con l’etichetta “Consegno beni e servizi ai miei clienti”.

consegnare

Selezionando questa casella, si indica che si tratta di una “società di servizi” agli occhi di Google.

In linea di principio, dovreste spuntare questa casella se consegnate effettivamente beni e servizi ai vostri clienti… anche se servite i clienti in un luogo fisico (per esempio, un ristorante con servizio da asporto).

Se lo fate, vedrete un’altra casella di controllo: “Nascondi il mio indirizzo (non è un negozio)”.

nascondere il mio indirizzo

Ciò significa che anche se Google conosce l’ubicazione della vostra azienda (a scopo di verifica), non condividerà il vostro indirizzo con i clienti abituali di Googler. Rimarrà privato e non apparirà sulla vostra pagina GMB.

Vi consiglio di selezionare questa casella se avete fornito un indirizzo di casa.

Fase 3.  Inserisci il tuo indirizzo esatto
Nella schermata successiva verrà visualizzata una mappa con un pin di localizzazione.

È possibile trascinare e rilasciare per localizzare con precisione la vostra attività.

posizione gmb

9 volte su 10, ci si può fidare di Google su questo.

Ma se sembra che la spilla sia fuori posto, non esitate a spostarla.

Passo 4. Scegliere una categoria
Google consente di scegliere una sola categoria durante la creazione del profilo di Google My Business.

Qui hanno un sacco di consigli su come scegliere la categoria giusta.

Ecco un estratto che basterà per la maggior parte delle persone:

Selezionare le categorie che completano la dichiarazione: “Questa attività è una” piuttosto che “Questa attività è una”. L’obiettivo è quello di descrivere la vostra attività in modo completo piuttosto che elencare tutti i servizi che offre, i prodotti che vende o le attrezzature che fornisce. (Fonte)

Pensate a cosa è la vostra attività e poi iniziate a inserirla nel campo della categoria.

Google inizierà a suggerire le categorie man mano che le inserisci.

categoria gmb

Cliccate su quello che ritenete più appropriato e cliccate su “Avanti”.

RACCOMANDAZIONE
Non sei sicuro di quale categoria scegliere?

Date un’occhiata ai vostri concorrenti.

Diciamo che lei gestisce un’azienda di pallottole a Londra. Se entri nel GMB, non ti darà alcun risultato di categoria.

colpo di sabbiatura google la mia catgegoria aziendale

Tuttavia, provate a cercare “blasting [posizione]” in Google Maps. Vedrete quale categoria principale hanno scelto i vostri concorrenti.

servizio di pulizia a getto d’aria gmb

Si può quindi rubare la loro categoria.

Quinto passo. Inserisci il tuo numero di telefono e il sito web (opzionale)
Questo è abbastanza semplice: basta inserire il vostro numero di telefono e l’URL del vostro sito web.

Ecco alcuni consigli di Google.

Ricordate di essere coerenti. Utilizzate i dati del vostro foglio di calcolo!

Passo 6. Controlla la tua lista
Prima che la vostra lista GMB vada online, dovrete controllarla.

Di solito si fa per telefono o per cartolina. Basta seguire le istruzioni di Google per verificare.

Passo 7. Ottimizza ulteriormente il tuo annuncio
Congratulazioni – sei stato verificato!

Ma non fermatevi qui. Dovreste ottimizzare ulteriormente la vostra registrazione GMB entro :

Aggiunta di nuove categorie;
caricare alcune foto (idealmente quelle scattate nella vostra sede o almeno nelle vicinanze, in quanto saranno accompagnate da metadati di localizzazione);
indicando gli orari di apertura;
elencando i singoli servizi offerti;
Aggiunta di numeri di telefono aggiuntivi;
Aggiunta di attributi/emendamenti rilevanti;
Ecc.
Ecco un’eccellente guida per ottimizzare completamente il tuo annuncio su Google My Business. Vi consiglio di consultarlo.

3. Citazioni locali (PAN)

Le citazioni sono citazioni online della vostra azienda, che di solito mostrano il nome, l’indirizzo e il numero di telefono della vostra azienda – collettivamente denominati NAP (nome, indirizzo, telefono).

SIDENOTA. Molte citazioni che non visualizzano tutte le informazioni NAP sono citazioni parziali. Alcuni si riferiscono anche a UNAP/NAPU (nome, indirizzo, numero di telefono, URL) e NAPW (nome, indirizzo, numero di telefono, sito web).
Esistono due tipi principali di citazioni: strutturate e non strutturate.

Di seguito è riportato un esempio di citazione strutturata:

nap citation hallamshire house sheffield

In linea di principio, le citazioni strutturate sono quelle in cui le informazioni della NAPW sono presentate in modo strutturato visivamente. Di solito si trovano negli annuari aziendali, nei profili sociali, ecc.

Ecco una citazione non strutturata:

the hallamshire house unstructured citation

Le citazioni non strutturate sono citazioni della vostra azienda in un formato non strutturato (sorprendente, vero?). Si trovano generalmente in articoli di blog, siti web di giornali, blog aziendali, ecc.

Perché le citazioni dei NAP sono importanti?

Ecco due motivi per cui è importante che le citazioni dei PAN siano accurate e coerenti:

Secondo Moz, gli spunti di citazione sono uno dei fattori principali nella classifica locale. Questo vale sia per i risultati di Google “snack pack” che per i risultati della ricerca organica regolare. Ciò è dovuto molto probabilmente al fatto che informazioni NAP consistenti sul web consentono di verificare i dati che Google ha nei suoi file (GMB) per una determinata azienda. Le informazioni incoerenti dei PNA, invece, servono solo a confondere, fuorviare e distogliere l’attenzione di Google e dei potenziali clienti. Questo porta a una cattiva esperienza d’uso, di cui Google non è un fan.
Google non è l’unico posto dove la gente cerca le aziende. Inoltre ricercano anche tramite Facebook, elenchi telefonici e così via. Avere un accurato NAP su questi siti permetterà ai potenziali clienti di trovare la vostra attività, il che si tradurrà in più clienti e più entrate.
In termini di referenziamento locale, il vostro lavoro è quindi duplice:

Assicurarsi che le citazioni esistenti siano corrette e coerenti.
Creare quotazioni più rilevanti

Vediamo come si fa.

3.1 Esecuzione di un audit di citazione

La maggior parte delle aziende avrà preventivi già esistenti.

Ma il più delle volte, almeno alcune di esse saranno errate e/o incomplete.

Alcuni avranno il nome e l’indirizzo dell’azienda corretti, ma un numero di telefono non corretto. Altri avranno il nome della società e il numero di telefono corretti, ma un vecchio indirizzo. E alcuni possono avere informazioni parziali, come il nome e l’indirizzo della società, ma nessun numero di telefono.

4. Riferimento alla pagina

Qui si applicano molte pratiche “tradizionali” di referenziamento delle pagine, come ad esempio

Parola chiave in H1
Parola chiave nel tag del titolo
Parola chiave in URL
URL brevi e piacevoli
Metadescrizione attraente

Ma ci sono alcune altre cose da tenere a mente quando si cerca di classificare localmente, come la visualizzazione delle informazioni PAN e l’aggiunta di tag rilevanti per lo schema.

Ci sono anche differenze di approccio a seconda del numero di località servite.

Quindi copriamo entrambe le basi…

4.1. Configura la struttura del tuo sito web per classificare le landing page locali

Se servite diverse aree/città e volete classificarvi in ognuna di esse, dovete creare delle homepages locali.

Ecco la struttura che consiglio:

yourlocalbusiness.com/area-1/
yourlocalbusiness.com/area-2/
yourlocalbusiness.com/area 3/3

Volete vedere un’azienda fare questo estremamente bene? Controlla Europcar.

Sono ben classificati per centinaia di termini basati sulla località, come “noleggio auto [località]” e “noleggio auto [località]”.

4.2 Ottimizzare la vostra homepage

La maggior parte delle aziende dovrebbe ottimizzare la propria home page intorno al sito principale.

Ad esempio, un fotografo di matrimoni con sede a Sheffield dovrebbe ottimizzare la propria home page per termini come “fotografo di matrimoni di Sheffield”, ecc.

So cosa potresti pensare…

“…ma faccio matrimoni in tutto il Regno Unito/Europa/Mondo! Non voglio limitarmi a [luogo]”.

Proprio così. Quindi dovreste tralasciare i riferimenti della location e ottimizzare per “fotografo di matrimoni”, giusto? Dopotutto, sono 45 volte di più le ricerche al mese.

Anche se non avete aggiunto un modificatore di posizione alla vostra ricerca, Google visualizza comunque i risultati localizzati. Infatti, è in grado di dedurre la vostra posizione da elementi come il GPS (sul cellulare), il vostro indirizzo IP, ecc. Sanno dove sei, quindi tutto quello che devono fare è aggiungere il modificatore di posizione per te in background.

In questo modo è possibile ottimizzare la vostra homepage in base alla vostra posizione.

Ecco alcuni consigli:

Visualizzare le informazioni PAN (aggiungerle in fondo alla pagina, a meno che non si disponga di pagine di atterraggio locali per altre località fisiche)
Integrare una Google Map che mostra la vostra posizione (opzionale – ma aiuta i clienti a vedere/trovare dove vi trovate)
Visualizza testimonianze, recensioni, ecc.
Aggiungere i tag rilevanti dello schema

4.3. Ottimizzate le vostre pagine di atterraggio locali

Le vostre homepage locali dovrebbero essere ottimizzate per le diverse località.

Supponiamo che tu sia un fotografo di matrimoni con sede a Sheffield e che tu serva altre due sedi: Leeds e Manchester. Potresti avere le seguenti home page locali:

greatweddingphotography.com/leeds
greatweddingphotography.com/manchester
Per alcuni consigli di ottimizzazione, leggete la nostra guida SEO completa sulla pagina

Ecco alcune aggiunte specifiche alle pagine di atterraggio locali:

Ore di funzionamento;
NAP locali (se si dispone di una presenza locale effettiva);
Parole chiave correlate, sparse in tutto il mondo

4.4. Aggiungete i tag dello schema alle vostre pagine

Lo schema non è poi così complicato.

Si tratta semplicemente di un codice aggiuntivo che fornisce a Google maggiori informazioni sulla vostra azienda o sul vostro sito web e lo aiuta a comprendere meglio i dati visualizzati sul vostro sito web.

Non è necessario essere un mago tecnico per implementarlo. Lo strumento Structured Markup Helper di Google fa la maggior parte del lavoro per voi.

Tutto quello che dovete fare è spuntare la casella “imprese locali”, incollare una delle vostre pagine e poi cliccare su “start markup”.

5. Creazione di link (per siti locali)

Secondo il sondaggio di Moz del 2017, i “segnali di collegamento” sono il fattore più importante per la classificazione dei risultati biologici locali.

Per la “merenda” locale, sono il secondo fattore più importante.

moz ranking factors study

Dovreste già aver stabilito una serie di link di base quando costruite le citazioni NAP locali (la maggior parte delle directory locali e dei siti SEO vi permettono di collegarvi al vostro sito web).

Ma purtroppo molti di loro non saranno seguiti.

Ecco quindi alcuni modi per creare link a siti web aziendali locali

5.1. Creare e promuovere una risorsa locale utile

Nulla vi aiuterà a conquistare i potenziali clienti più di un aiuto concreto.

Supponiamo che tu sia un idraulico a Sheffield, nel Regno Unito.

Il vostro mercato di riferimento sono le persone di Sheffield. Che tipo di risorsa sarebbe veramente utile per loro E che potrebbe attrarre connessioni?

Ecco alcune idee:

Una guida alla cura delle piante (per i residenti di Sheffield) – Qui nel nord dell’Inghilterra la nostra acqua è fresca. Ma lo sapevate che l’acqua dolce non fa bene alle piante? Non lo sapevo, ma ora mi chiedo se è per questo che il mio basilico sta ancora morendo. Non è interamente legato all’idraulica, ma sono sicuro che una guida alla cura delle piante per gli abitanti di Sheffield sarebbe rivelatrice e utile.

Come sturare uno scarico con il condimento e il bicarbonato di sodio di Henderson – OK, è un po’ sciocco. Ho trovato questo video attraverso il content explorer, che parla di sbloccare uno scarico con aceto e bicarbonato di sodio. Dato che Henderson’s Relish è prodotto a Sheffield – e secondo le mie papille gustative sa di aceto – mi chiedo se possa avere lo stesso effetto. Se lo fa, potrebbe (forse) essere un eccellente “linkbait”.
Non dico che queste idee siano grandiose (mi sono appena venute in mente), ma spero che vi venga l’idea.

Se non vi sentite creativi, ecco alcune altre idee che tendono a funzionare bene:

Guide locali “migliori” – Create una lista dei migliori ristoranti, bar, pub, attrazioni, attrazioni, cose da fare, ecc. della zona.
Calendari locali – Creare un calendario locale che elenchi gli eventi più importanti in molte categorie nei prossimi mesi.
Una volta creato, si tratta solo di promuoverlo.

5.2. Blog degli ospiti

I blog degli ospiti rimangono un ottimo modo per creare link di qualità.

Ma non fatelo solo per i collegamenti. Fallo per la visibilità che può generare per il tuo business.

Nel 2018, è più una questione di qualità che di quantità. Dovresti scrivere per i blog che hanno il potenziale per inviare traffico SEO mirato al tuo sito web.

Per le imprese locali, di solito sarà l’uno o l’altro:

Blog e pubblicazioni locali;
Blog specifici del settore
Trovare i blog locali è facile come cercare su Google:

[località] dal titolo: “scrivere per noi”;
titolo: “scrivi per me”;
“scrivi per noi”;
“posto ospite”.